Nei giorni scorsi a Piazza Affari Eni e Saipem sono state entrambe al centro dell'attenzione con un rally favorito da diverse notizie positive, non ultime un petrolio che viaggia ormai costantemente sopra i 72 dollari. Qual è la situazione sul settore energetico italiano?

E’ un momento particolarmente positivo per il settore energetico italiano grazie al forte incremento dei prezzi petroliferi. Il greggio americano (il WTI light crude) si attesta sempre sopra i 72 dollari al barile e mantiene una tendenza rialzista evidente grazie ai problemi alla produzione di molti paesi (il Canada con i problemi di Syncrude, la Libia con le rivendicazioni delle varie fazioni sui pozzi petroliferi di Ras Lanuf, l’Iran con le sanzioni economiche, il Venezuela con la crisi del Governo di Maduro). In Italia Eni è tornata vicino ai massimi relativi molto importanti in area 16,70 euro, anche Saipem registra un trend positivo grazie a importanti nuove commesse. Il giudizio nel breve sul settore rimane positivo ma guardando al lungo periodo ci sono molti elementi che portano a farci credere a un possibile ritracciamento dei prezzi del greggio.