Di seguito riportiamo un'intervista realizzata a Enrico Malverti, Quant analyst  di Cybertrader, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

L'indice Ftse Mib è riuscito per ora a difendere i minimi dell'anno dai quali sta provando ad allontanarsi. Prevede ulteriori recuperi nel breve?

L'indice Ftse Mib ha rimbalzato proprio sul supporto a 21000 punti, ultimo baluardo prima di decretare la fine del ciclo rialzista. I pericoli non sono ancora scongiurati, ma il superamento dei 22.000 punti sarebbe un primo segnale rassicurante.
Stessa situazione tecnica anche per Dax ed Eurostoxx che hanno retto sui relativi supporti.

Come valuta i recenti movimenti di Banco BPM e Bper Banca e qual è la sua analisi di questi due titoli?

Banco BPM ha dato un segnale di inversione sul supporto a 2 euro, attirando compratori. Se il titolo riuscirà a chiudere la settimana sopra i 2,70 euro, area di resistenza di breve, è probabile che possa spingersi fino alla soglia dei 3 euro.

Situazione tecnica analoga per Bper Banca che ha il supporto chiave a 4 euro ed ora ha buone probabilità di poter tornare al rialzo fino ad area 5 euro.

Cosa può dirci in merito al recente andamento di Mediaset e Telecom Italia? Qual è la sua view su questi due titoli?

La situazione tecnica di Mediaset non è buona, visto che il titolo ha ceduto nelle scorse sedute il supporto a 2,78 euro ed ora un target ribassista a 2,25 euro appare tutt’altro che remoto.

Telecom Italia, al contrario, ha rimbalzato dal supporto a 0,61 euro che era l’ultima chiamata prima di poter salutare le ipotesi di recupero per lungo tempo. E' senza dubbio un segnale positivo che la soglia di 0,61 euro attiri compratori sul titolo.