Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader di Protrader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.

Dopo una prima reazione positiva alla nascita del nuovo Governo, il Ftse Mib è tornato indietro e oggi è sceso a mettere sotto pressione i 21.500. Cosa si aspetta nel breve?

Credo che sia ancora veramente prematuro esprimere dei giudizi sul nuovo Governo e sarà bene che lo stesso prima superi la fase di "rodaggio" come si direbbe in campo automobilistico. In seguito il mercato valuterà le prime sse e non credo che in questo momento ci possa essere una grande influenza politica su Piazza Affari, quantomeno non come nei giorni scorsi.

In questo momento siamo in una fase sicuramente di riflessione e il mercato certamente sta guardando a quello che il Governo potrà fare, ma bisognerà vedere poi cosa accadrà all'atto pratico.
Da notare che i volumi non sono eccessivamente alti in queste ultime giornate di flessione, almeno a partire da lunedì scorso, diversamente da quanto accaduto a maggio quando nei momenti di maggiore volatilità c'è stata una forte spinta dei volumi che hanno accompagnato la discesa fino al minimo dei 21.100 punti di Ftse Mib.

Il recupero partito da questo livello ha fatto registrare dei volumi non altissimi, ma interessanti, e sicuramente più alti di quelli che si riscontrando in queste tre sedute di calo.
Se i volumi non accompagnano la discesa dei corsi, probabilmente potrebbe non trattarsi di una vera e propria discesa.