Di seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader di Protrader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.

Il Ftse Mib sta provando ad allungare il passo oltre la soglia dei 19.500 punti. Vede ancora positività nel breve? Quali i livelli da tenere d'occhio ora?

Nella seduta di venerdì scorso il Ftse mib ha superato la mediana di bollinger e nelle giornate di lunedì e martedì ha trovato supporto sulla stessa, lanciandosi al rialzo oggi con un gap-up. Questo farebbe pensare ad un ulteriore allungo dei corsi nel breve, anche se i volumi di scambio non sono particolarmente vivaci.

Nelle ultime giornate si presentano poco sotto la media, ma a mio avviso sono sufficienti per tenere vivo il Ftse Mib e favorire un'ulteriore ascesa nel breve.

Se la tendenza si confermerà rialzista, l'indice potrebbe andare a chiudere dei gap che si trovano su livelli interessanti di prezzo. Il primo da segnalare è quello dei 20.300 punti, lasciato aperto il 5 ottobre scorso e il livello appena indicato potrebbe essere il primo target da raggiungere per il Ftse Mib.

Ancor prima dei 20.300 si guarderà alla soglia psicologica dei 20.000 punti, ma se questa sarà superata con una certa enfasi rialzista, quindi con una dinamica interessante in termini di volumi e di espansione della volatilità giornaliera, allora si potrà spostare lo sguardo sui 20.300 punti e anche sui 20.500 nella migliore delle ipotesi.

Non è scontato che il raggiungimento di questi livelli avvenga da qui alla prossima settimana, ma al momento mantengo un orientamento rialzista su Piazza Affari. Non vedo particolari pericoli al ribasso perchè un piccolo storno c'è stato e il Ftse Mib ha trovato un supporto, sta ora uscendo dallo squeeze. Non saranno da escludere sedute negative che però non si tradurranno in repentini movimenti al ribasso, tali da annullare la potenziale salita.