Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Bruno Moltrasio, trader professionista e titolare del sito www.brunomoltrasio.eu al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.

Come da lei previsto l'indice Ftse Mib ha perso terreno, senza però raggiungere il target dei 21.350 punti. Visto il recupero delle ultime due sedute la fase correttiva si può considerare archiviata?

Già dall’altro ieri, nelle nostre consuete analisi di aggiornamento, abbiamo fatto notare che l’indice italiano era arrivato a formare un particolare pattern rialzista che ora sembra essere confermato. Il recupero della soglia dei 22.000 punti era il nostro spartiacque.

Tale livello è stato riconquistato abbondantemente, di conseguenza penso che la prossima area importante con la quale le quotazioni faranno i conti sarà quella dei 22.650 prima e dei 22.850 in seguito. Al seguente link i lettori possono trovare i dettagli dell’analisi grafica.

Nella seduta di ieri i best performer tra i bancari sono stati Ubi Banca e Unicredit. Qual è la sua view su questi due titoli?

Ubi Banca ha recuperato in un colpo solo gli importanti livelli di 3.70-3.75 e penso che tale rialzo si possa protrarre fino a 3.90-3.95 euro. Se il titolo riuscirà a superare i 3.90 euro, penso che si possa aprire la strada verso le importanti resistenze statiche poste in area 4.15-4.17 euro.

Direi che Ubi Banca rimane lateral-discendente e allo stato attuale questo movimento non può ancora considerarsi una inversione del trend di fondo che permane ribassista.