Di seguito riportiamo l'intervista a Pietro Paciello, CEO e Chief Analyst della Pro Markets Sagl, Asset Management Company, al quale abbiamo rivolto alcune domande sulla situazione di Piazza Affari e sulle strategie da seguire per diversi titoli. Pietro Paciello è autore del libro appena pubblicato TRADING PLAN. Per info clicca qui.

Il Ftse Mib si è riportato sui massimi di novembre grazie allo slancio di ieri. Ci sono le condizioni per ulteriori allunghi nel breve?

Dal punto di vista tecnico il Ftse Mib ha superato una resistenza di breve con un gap-up, grazie all'insider trading di Trump. In questo momento a mio parere l'indice ha rotto al rialzo e ora abbiamo un target sia statico che dinamico graficamente molto visibile in area 20.200.

Su questo livello il Ftse Mib, se dovesse continuare nell'allungo, troverebbe una resistenza abbastanza difficile da valicare, ma tecnicamente è questo il target rialzista del momento. 

Abbiamo due gap-up aperti che con il tempo probabilmente verrano richiusi, ma al momento l'effetto delle notizie sul fronte Cina-Usa è stato detonante e i mercati stanno assecondando questa ricopertura rialzista a livello complessivo.

Rimane il dubbio di un ipercomprato di breve abbastanza profondo, ma tecnicamente l'area dei 20.200 sembra quella in direzione della quale potrebbe spingersi il Ftse Mib.

Personalmente tenterò un riaccumulo sull'eventuale debolezza e questo vuol dire che se l'indice dovesse andare a chiudere il gap-up di ieri o avvicinarsi ad una zona di pull-back in area 19.300/19.350, lì probabilmente proverò a rientrare su Piazza Affari. Al momento non vedono le condizioni di rischio-rendimento per farlo e quindi sono un po' alla finestra.