Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Gianluigi Raimondi, analista tecnico e co-fondatore di Finanzaoperativa.com, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.

Nell'ultima intervista aveva espresso una view costruttiva su Piazza Affari che di fatto continua a salire senza sosta. La tendenza in atto è destinata a proseguire?

Fermo restando che la salita mi sembra essere stata un po' troppo rapida e senza pause, sarà essenziale a mio parere una pausa di consolidamento laterale. In mancanza di ciò potremmo anche assistere ad una correzione del Ftse Mib, ma nel brevissimo termine non è escluso un allungo verso quota 23.500.
Se in corrispondenza di tale soglia i corsi non consolideranno in trading range, a mio parere ci potrebbe essere il serio rischio di una rapida nonchè profonda correzione.

Quest'ultima potrebbe riportare i corsi prima al di sotto dei 23.000 punti e poi in corrispondenza del passaggio delle medie mobili a 50 e a 21 sedute che al momento coincidono in zona 22.420/22.450 punti.
La salita mi sembra un po' troppo rapida e ritengo che a Piazza Affari serva una pausa nel breve.

Nel settore bancario come valuta l'attuale impostazione di Bper Banca e di Mediobanca?

Il segnale generato da Bper Banca nelle ultime due sedute è molto positivo perchè il titolo ha incrociato al rialzo le coincidenti medie mobile a 21 e a 50 periodi in zona 4,3 euro. I corsi stanno salendo fino a riportarsi a ridosso della trendline discendente di medio periodo che al momento transita a quota 4,6 euro, il tutto con volumi superiori alla media.