Di seguito riportiamo l'intervista realizzata a Gianluigi Raimondi, analista tecnico e co-fondatore di Finanzaoperativa.com.

L'indice Ftse Mib prosegue il suo recupero in direzione di area 24.000. Ritiene che i massimi dell'anno possano essere superati nel breve? Quali le sue previsioni per le prossime giornate?

Il massimo dell'anno è stato segnato dal Ftse Mib il 16 aprile scorso a 24.063 punti e a mio parere dai livelli attuali ci potrebbe essere un ulteriore allungo dei corsi, vista l'euforia del momento, che porterà a superare questa importante resistenza tecnica. Al di sopra dei 24.000 punti l'indice potrebbe spingersi verso i 24.150/24.200, raggiunti i quali però l'ipercomprato che si andrebbe a creare potrebbe favorire delle prese di profitto. Il Ftse Mib potrebbe quindi a tornare a scendere verso i 23.750 punti, senza escludere discese al di sotto dei 23.500 punti.

Non dimentichiamo che il mese di agosto è un po' festivo con diversi operatori lontani dai mercati, e tenendo conto di ciò mi aspetto nelle prossime settimane una prima fase caratterizzata da ampie oscillazioni prima al rialzo e poi prese di beneficio. Successivamente prevedo un movimento in trading range intorno all'area dei 24.000 punti, fermo restando che la mia view è moderatamente rialzista ora.
In sintesi mi aspetto una fiammata poco sopra i 24.000 punti, cui dovrebbe seguire un ritracciamento fin verso area 23.500 e successivamente si dovrebbe assistere ad una fase di consolidamento laterale.

Nel settore bancario oggi Banca Popolare di Milano sta registrando la migliore performance, mentre resta più indietro Banca Popolare dell'Emilia Romagna. Consiglierebbe di acquistare questi due titoli sui livelli attuali?