Borsa italiana in verde, Telecom sotto i riflettori: FTSE MIB +0,46%.

*Mercati azionari europei positivi. Wall Street contrastata: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,01%, Nasdaq Composite +0,54%, Dow Jones Industrial -0,39%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,46%, il FTSE Italia All-Share a +0,38%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,13%, il FTSE Italia STAR a -0,33%.

*Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, la lettura preliminare dell'indice europeo sulla fiducia dei consumatori *di febbraio fornita da Eurostat si è portata a 0,1 punti contro la rilevazione precedente (1,4, rivisto da 1,3 della lettura anteriore) e a fronte di attese per un livello a 1,0. In Germania è stato reso noto che l'indice Zew, che misura la fiducia degli investitori istituzionali in merito alle aspettative sull'economia del paese tedesco, è in calo nel mese di febbraio. Il dato si è attestato a 17,8 punti dai 20,4 punti di dicembre a fronte di attese degli analisti pari a 16 punti. L'indice ZEW riferito alla fiducia sulle condizione attuali dell'economia del paese tedesco è diminuito portandosi a 92,3 punti da 95,2 punti (consensus 93,9 punti). L'indice dei prezzi alla produzione in Germania è cresciuto del 2,1% su base annua e dello 0,5% rispetto al mese precedente. Gli analisti avevano previsto un incremento dell'1,8% a/a. L'indice sulla tendenza degli ordini industriali della Confederation of British Industry (CBI) britannica che misurale attese economiche dei responsabili del settore manifatturiero UK si è posto a febbraio a 10 punti, in calo sui 14 punti della rilevazione precedente e al di sotto delle attese poste a 12 punti. La Spagna ha registrato nel mese di dicembre un deficit commerciale di 2,05 miliardi di euro a fronte di una rilevazione precedente di un deficit di 1,62 miliardi e di attese per un deficit inferiore e pari a 1,80 miliardi. In particolare le esportazioni sono cresciute del 6% a 22 miliardi di euro e le importazioni del 3,6% a 24 miliardi di euro.