Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo ITAS, riunitosi nella giornata di ieri a Trento sotto la presidenza di Giovanni Di Benedetto ha approvato i risultati del bilancio semestrale, aggiornati al 30 giugno 2017.

Il Presidente Giovanni Di Benedetto ha commentato: "I risultati realizzati nel semestre confermano la solidità del Gruppo ITAS sia sotto il profilo reddituale che patrimoniale. Il nostro principale obbiettivo è ora quello di massimizzare i ritorni della forte crescita realizzata per linee esterne negli ultimi due anni, nell'interesse di tutti gli stakeholders ed in primis dei nostri oltre 900 mila soci assicurati a cui vogliamo garantire un servizio di eccellenza. La realizzazione di quest'ultimo obiettivo ci distinguerà sempre più nel modo di fare business dai nostri concorrenti. Questo è il "dividendo" che promettiamo ai nostri assicurati soci".

I primi sei mesi dell'anno evidenziano un utile consolidato di 7,8 milioni di euro, in calo del 30% rispetto al corrispondente periodo dell'anno scorso. L'andamento è stato segnato dall'*impatto netto di circa 10 milioni di euro dei sinistri legati alle gelate primaverili e alle forti grandinate *abbattutesi in particolare sul Trentino Alto Adige.

La *raccolta danni *ha superato i 395 milioni di euro (+4,8%) trascinata dal comparto non auto (+6,0%). Positivo anche l'andamento del settore auto (+3,7%). La crescita ha contraddistinto sia la raccolta delle "agenzie storiche" che quelle di nuova acquisizione ex RSA Italia.

Il *combined ratio *si attesta al 97,8% in aumento di 1,3 punti percentuali a causa dell'aumento della sinistralità del 4,7% causato dalla significativa incidenza dei danni derivanti dai suddetti eventi catastrofali in buona parte compensato dalla riduzione dell'incidenza delle spese di gestione (-2%) e da quella degli altri oneri (-1,5%).