La cosa affascinante è che dopo neanche un paio di mesi, c’è ancora in circolazione qualcuno che pensa che questo Governo stia scherzando, l’ingenuità politica e mediatica è a livelli tali, che stanno palesemente dimostrano tutta l’incompetenza e l’inadeguatezza del precedente governo.

Ieri uno dei più feroci critici ed oppositori del nostro Paese ha paventato come nostra unica possibilità l’uscita dall’euro…

Peccato che gli scenari proposti dall’economista tedesco Sinn siano irrealizzabili tranne l’ultimo. A loro, ai tedeschi piace solo il primo, lo scenario Grecia,  con la svalutazione interna e la deflazione salariale. Di inflazione più alta in Germania neanche a parlarne, la Transferunion è pura utopia non resta che Italexit.

A loro, piace vedere distruggi economicamente gli altri Paese in maniera da poterli saccheggiare attraverso le privatizzazioni…

Fa davvero tenerezza osservare l’ennesima intervista a Stiglitz che risponde con ovvietà a domande altrettanto ovvio e piene di pregiudizi…

“Se non si arriva a un minimo di condivisione dei rischi, l’Unione monetaria non può sopravvivere. La Germania deve capirlo”

Possibilità pari a ZERO assoluto!

Comunque ci sarebbe anche un’ulteriore opzione, una sorta di via di mezzo. Quale?

Potrebbe essere la Germania ad uscire dall’euro. Oppure potrebbe essere sempre la Germania a fare qualcosa per riequilibrare l’Europa. Per esempio dovrebbe alzare i salari dei lavoratori tedeschi e incrementare la spesa.