I progressi compiuti nei dati geospaziali e nelle immagini satellitari potrebbero aiutare gli investitori nel debito sovrano a valutare e gestire meglio i rischi ambientali, contribuendo a costruire un'economia globale su basi sostenibili.

Gli investitori nel debito sovrano hanno l'opportunità di contribuire a portare l'economia globale su un percorso sostenibile: lo evidenzia il rapporto “Satelliti e sostenibilità: nuove frontiere nell'investimento del debito sovrano” realizzato dal WWF e da Investec Asset Management, pubblicato oggi.

Lo studio sottolinea come le nuove tecniche di ricerca relative all'applicazione dei dati spaziali nel settore finanziario stiano modificando la capacità dei gestori di portafogli investiti nel debito sovrano di valutare i rischi ambientali.

Gli insight ottenuti da queste tecniche potrebbero essere utilizzati non solo per gestire il rischio per gli investitori, ma anche per incoraggiare gli emittenti sovrani nell’adottare agende politiche che tengano in forte considerazione sia le persone sia il pianeta.

La ricerca è un altro tassello che va ad aggiungersi al settore, in affermazione, della finanza spaziale, che unisce dati geospaziali, analisi finanziarie e processi di osservazione della Terra, come le immagini satellitari.

Il report evidenzia come i dati spaziali, inclusa l'acquisizione di immagini via satellite, potrebbero migliorare la comprensione dei rischi ambientali da parte degli investitori a livello delle diverse nazioni. La relazione sottolinea che:

  • La distruzione della natura comporta rischi per le economie nazionali e, di conseguenza, la capacità dei paesi di rimborsare il debito; pertanto, gli investitori nel debito sovrano devono considerare e prestare attenzione ai rischi ambientali nei loro portafogli;