Berkshire Hathaway, la holding finanziaria del miliardario Warren Buffett, ha acquistato nel corso del primo trimestre altri 75 milioni di azioni Apple, rafforzando ulteriormente la sua scommessa ormai biennale e finora più che vincente sul produttore dell'iPhone. 

Buffett compra ancora Apple

Lo ha rivelato ieri sera nel corso di una intervista alla CNBC lo stesso Buffett, che è solito fornire dati e percentuali sulle più importanti partecipazioni azionarie del suo veicolo d'investimento in coincidenza con il tradizionale meeting annuale con gli azionisti.

Con la nuova campagna di massicci di acquisti la Berkshire, che comunicherà i risultati relativi al primo trimestre 2018 domani mattina, subito prima dell'incontro con gli investitori nella cittadina del Nebraska, porta la sua quota nel capitale della compagnia della Mela a 240,3 milioni di azioni per un controvalore di 42,5 miliardi di dollari, superando così State Street Corp. come terzo maggiore azionista della compagnia: a febbraio, dalla documentazione regolamentare della Security Exchange Commission americana era emerso un aumento di quota (relativo al periodo settembre-dicembre 2017) a quasi 170 milioni di azioni, che aveva già fatto di Apple la più importante partecipazione nel portafoglio Berkshire.

La svolta della trimestrale

La dimostrazione di fiducia da parte del "guru" di Omaha arriva a pochi giorni da una trimestrale che la società di Cupertino ha superato con profitti superiori ai pronostici del mercato e ricavi cresciuti al ritmo più rapido degli ultimi due anni, riaccendendo l'interesse del mercato dopo un periodo poco brillante per i dubbi sui recenti risultati di vendita del melafonino del decennale, l'iPhone X.