Tra le blue chips che oggi riescono a fare meglio dell'indice Ftse Mib troviamo Buzzi Unicem che guadagna terreno per la terza seduta consecutiva. Dopo aver chiuso la giornata di ieri con un frazionale rialzo dello 0,1%. il titolo mostra maggiore vivacità oggi, presentandosi a 21,45 euro, con un progresso dello 0,99% e circa 600mila azioni transitate sul mercato fino ad ora, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 700mila pezzi.

Mediobanca promuove il titolo: i fattori negativi di agosto

A sostenere quest'oggi Buzzi Unicem è la promozione arrivata da Mediobanca Securities, i cui analisti hanno cambiato strategia sul titolo, modificando il rating da "neutral" ad "outperform", con un prezzo obiettivo che scende da 24,5 a 24 euro per le azioni ordinarie e da 14,7 a 14,4 euro per quelle della categoria di risparmio.

Mediobanca fa notare che dopo la diffusione dei conti del primo semestre, Buzzi Unicem ha dovuto fare i conti con alcuni eventi avversi nel mese di agosto, quando il titolo ha perso circa il 4%, a fronte di un rialzo di quasi l'1% messo a segno dall'indice di riferimento.

A deprimere le quotazioni ha contribuito da una parte l'uragano Harvey in Texas che ha colpito alcuni impianti di Buzzi Unicem, dall'altra l'indagine antritrust in Italia in merito alla presunta collusione sui prezzi. Da non dimenticare inoltre l'impatto negativo del forte apprezzamento del dollaro nei confronti dell'euro. Questi fattori hanno portato ad una revisione al ribasso delle stime sull'Ebitda con un taglio in media del 4% per l'anno in corso e per i prossimi due.

Gli analisti credono che i danni legati all'uragano Harvey saranno limitati, vista la posizione dei due impianti di Buzzi Unicem in Texas, ricordando che quello di Houston invece rappresenta meno del 5% delle attività del gruppo.
Mediobanca mette in guardia dal fatto che il mix di fattori negativi segnalati prima rischia di escludere sorprese positive nel breve termine, ma Buzzi Unicem resta una storia interessante su cui puntare, visto che il titolo peraltro tratta a sconto del 20% rispetto ai competitors.