La seduta odierna di Piazza Affari si è chiusa con un frazionale rialzo per Fiat Chrysler Automobiles, che è stato oggetto nel corso della giornata di una certa attenzione da parte dei compratori in conseguenza di alcuni nuovi giudizi positivi sull'azione forniti stamane dagli analisti di mercato. 

La giornata di FCA

Il titolo della casa del Lingotto, attestatosi in territorio positivo fin dalle prime batture di contrattazioni, ha accelerato durante la sessione mattutina per poi raggiungere tra qualche fibrillazione un massimo intraday di 17,45 euro intorno alle 16, appena prima di cominciare a prestare il fianco a qualche presa di profitto: l'azione si è fermata al close a quota 17,19 euro, in progresso dello 0,63% e con circa 8,3 milioni di azioni scambiate contro una media di 11,5 milioni negli ultimi tre mesi.

FCA promosso da UBS

FCA ha beneficiato oggi di un upgrade da parte degli analisti di UBS, che hanno migliorato a "buy" il giudizio sul titolo e alzato da 20,50 a 23 euro il relativo target price apprezzando in particolare l'outlook favorevole sui profitti 2019-2020 e il catalizzatore rappresentato dallo spin-off di Magneti Marelli.

UBS: FCA raro esempio di visibilità sui profitti

Sul primo punto, la banca elvetica scrive che FCA è "uno dei rari costruttori di auto i cui profitti garantiscono una chiara visibilità fino al 2019/2020 in ragione del ciclo di prodotto." Quanto al  secondo, viene invece segnalato che "la scissione prevista di Magnetti Marelli, nel quarto trimestre del 2018 o nel primo trimestre del 2019, dovrebbe cristallizzare il valore della somma delle parti del gruppo".