Diverse squadre dei vigili del fuoco stanno cercando di domare un incendio divampato questa mattina alla Trump Tower di New York. 

L'incendio

A dare la notizia il New York Police Department, secondo cui l'incendio sarebbe stato causato da problemi al circuito elettrico del grattacielo che porta il nome dell'attuale presidente USA. La chiamata ai vigili del fuoco sarebbe arrivata alle 6:58 del mattino (alle 13 italiane).

Un tweet diffuso dal Fire Department della città americana ha precisato inoltre che l'episodio è da ricondurre al guasto di un quadro elettrico del sistema di ventilazione e di riscaldamento.

Secondo le informazioni fornite finora non sarebbe stata ordinata alcuna evacuazione dell'edificio, che si trova tra la Fifth Avenue e la East 57th Street e nei pressi di Central Park, e non ci sarebbero feriti. Il Washington Post riporta però una notizia della rete televisiva WPIX secondo cui alcuni funzionari avrebbero parlato di due feriti.

Alcune telecamere posizionate in cima al Rockefeller Center, situato a poca distanza, mostrano alcune squadre di pompieri impegnati nelle operazioni in cima al grattacielo, con il fumo dell'incendio provenienti da uno degli angoli.

Trump non c'era

La struttura, che ospita abitazioni, sedi di aziende e attività commerciali, è anche il quartier generale della Trump Organization e fino al trasferimento alla Casa Bianca del gennaio dello scorso anno è stato anche residenza della famiglia Trump, che alloggiava in un attico del grattacielo.