Neanche il pesante selloff che ha colpito oggi Wall Street ferma la corsa di Nio, il produttore cinese di auto elettriche che un anno fa aveva sollevato un polverone nel mondo delle supercar infrangendo con uno dei suoi modelli green il record del più impegnativo circuito della Formula 1, il tedesco Nürburgring Nordschleife.

Nio, dai record in pista ai record in Borsa

Il titolo, ieri schizzato di oltre 20 punti percentuali in una sola seduta, ha proseguito anche oggi il suo rally mettendo a segno un altro rialzo del 5%, in forte controtendenza con il clima negativo prevalente sui listini Usa.



L'investimento di Biallie Gifford

Ad alimentare gli acquisti è stata ancora la notizia, emersa da un documento regolamentare inviato alla Securities and Exchange Commission, che la società d'investimento britannica Baillie Gifford, secondo azionista della Tesla Motors di Elon Musk, ha acquisito una quota dell'11,4% nel capitale della società e detiene ora 85,3 milioni di azioni.