Il consiglio è di muoversi con cautela e di navigare un po' a vista in attesa di maggiori indicazioni sulle reazioni intenzioni del mercato, fermo restando che al momento la tendenza si conferma rialzista, ma con una perdita di spinta nel breve. 

I market movers in America

Sul fronte macro Usa domani si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 211mila a 215mila unità, mentre l'indice Philadelphia Fed di maggio è atteso in calo da 23,2 a 21,7 punti.
Per il Superindice di aprile le previsioni segnalano una variazione positiva delo 0,3%, in linea con la lettura precedente.

In calendario i discorsi di vari membri dela Fed e si tratta di James Bullard, presidente della Fed di St.Louis, di Robert Kaplan, presidente della Fed di Dallas e di Neel Kashkari, a capo della Fed di Minneapolis.

Sul fronte societario prima dell'apertura di Wall Street saranno diffusi i conti di J.C.Penney e di Wal-Mart, per i quali si prevede una perdita per azione di 0,23 dollari nel primo caso e un utile per azione di 1,12 dollari nel secondo.
A mercati chiusi si guarderà alla trimestrale di Applied Materials che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un eps pari a 1,14 dollari. 

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si guarderà alla Francia dove sarà reso noto il tasso di disoccupazione del primo trimestre visto in frenata dall'8,9% all'8,8%.
In Italia si conoscerà il dato relativo alla bilancia commerciale di marzo che dovrebbe mostrare un saldo positivo di 3,74 miliardi di euro, rispetto ai 3,1 miliardi di febbraio.