Quello corrente, per chi ha presentato domanda a marzo 2019, è solo il secondo mese di incasso per il reddito di cittadinanza, ma sul sussidio sembra crescere l'esercito dei delusi che nei giorni scorsi IlMessaggero.it ha stimato fino a ben 130 mila beneficiari.

Disdetta reddito di cittadinanza, bisognerà restituire tutto?

Ma la beffa, con ogni probabilità, sarà clamorosa per chi, prendendo meno di 100 euro al mese, procederà con la disdetta del reddito di cittadinanza. E questo perché, stando a quanto è trapelato dai Caf, scatterà l'obbligo di restituire tutto quanto è stato già percepito con la card che è stata ritirata alla Posta.

Rinuncia reddito cittadinanza, rischio procedura farraginosa

Aspettando chiarimenti da parte dell'Inps, attraverso una Circolare da emanare, per il momento siamo nel campo delle mere ipotesi, ma in ogni caso non è da escludere, per la rinuncia al reddito di cittadinanza, l'attivazione di una procedura farraginosa che porterebbe al blocco della card solo dopo che saranno trascorsi diversi mesi.