La seduta odierna è stata vissuta all'insegna della volatilità da STM che, dopo aver guadagnato lo 0,2% ieri, reduce da ben cinque sessioni consecutive in salita, oggi ha ceduto il passo ad alcune prese di profitto.

STM tira il fiato dopo 5 sedute consecutive in salita

Il titolo ha avviato gli scambi in salita e dopo aver cambiato direzione di marcia in più di un'occasione, ha finito per piegarsi al volere dei ribassisti. STM ha terminato le contrattazioni a 20,16 euro, con una flessione dell'1,27% e oltre 4,4 milioni di azioni trattate, al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi.
Il titolo non è riuscito a sottrarsi alle vendite che hanno colpito Piazza Affari, pur riuscendo a difendersi meglio dell'indice Ftse Mib, sostenuto dalle indicazioni positive arrivate ieri dal Capital Market Day.

I principali spunti dal Capital Markets Day

Nell'incontro con gli analisti a Londra, la società italo-francese ha fornito una guidance sui ricavi di quest'anno per i quali è indicato un range di crescita tra il 14% e il 17%, superiore a quanto indicato in precedenza, con un punto mediano al 15,5% che risulta poco superiore alle attese del consensus che parlano di un incremento del 14%.

Nella seconda metà del 2018 la crescita del fatturato dovrebbe essere del 12%, mentre per il margine lordo si attende un dato stabile al 40% nel secondo semestre.
Il margine operativo è comunque atteso in miglioramento nella seconda metà del 2018 rispetto alla prima di oltre 300 punti base, nonostante un margine lordo stabile, grazie alla modesta crescita delle opex a fronte di un fatturato in crescita a doppia cifra.