Sulla scia dell'andamento a passo di gambero registrato oggi da Piazza Affari anche Telecom Italia è tornato sui suoi passi dopo un avvio in salita. Il titolo, dopo aver archiviato la giornata di ieri con un progresso di oltre mezzo punto percentuale, quest'oggi ha imboccato nuovamente la via dei guadagni, segnando un top intraday a 0,701 euro, con un vantaggio di quasi un punto e mezzo percentuale.

In seguito però Telecom Italia ha progressivamente ritracciato dai massimi, tanto da azzerare il vantaggio iniziale e scivolare al di sotto della parità, riconquistata però negli ultimi minuti.
Il titolo viene scambiato oa a 0,6928 euro, con un rialzo dello 0,17% e oltre 38 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a quasi 156 milioni di pezzi.

Via libera dell'Agcom alla separazione della rete

Telecom Italia mostra un andamento altalenante malgrado le buone notizie arrivate nelle ultime ore, con particolare riferimento al via libera dell'Agcom che ha avviato formalmente il procedimento per valutare la proposta di separazione legale della rete di accesso del gruppo telefonico.
Il progetto sarà sottoposto a consultazione pubblica entro agosto, in seguito sarà vagliato dalla Commissione europea e la conclusione dello stesso è attesa entro l’anno.

Accordo politico su nuovo codice delle comunicazioni

Gli analisti di Equita SIM ricordano inoltre che ieri è stato anche trovato un accordo politico tra Parlamento e Consiglio europeo sul nuovo codice delle comunicazioni, che prevede il supporto agli investimenti in fibra per operatori wholesale-only, un cap ai costi di chiamate verso l’estero intra-UE, un supporto legislativo allo sviluppo delle small cells e un allineamento delle durate delle frequenze assegnate a 20 anni.