A Piazza Affari le utilities, dopo la performance negativa di venerdì scorso, quando sono scese in controtendenza rispetto al mercato, non riescono a muoversi tutte nella stessa direzione oggi.

Utility contrastate a Piazza Affari: non aiuta il rialzo dello spread

A2A guadagna l'1,57%, seguito a distanza da Hera e Italgas che salgono dello 0,75% e dello 0,29%, mentre Snam mostra un frazionale rialzo dello 0,09%, diversamente da Terna ed Enel che calano dello 0,18% e dello 0,5%.

Tra i titoli a minore capitalizzazione Erg guadagna lo 0,45%, mentre Acea ed Hera flettono rispettivamente dell'1,26% e del 3,72%.

Il settore delle utilities non è certo aiutato oggi dall'andamento dello spread BTP-Bund che si allarga nuovamente e si riporta ad un passo dai 251 punti base, con un rialzo di oltre il 2%, mentre il rendimento del BTP a 10 anno avanza di quasi il 3% al 2,57%.

Tra le utilities ci sono in ogni caso diverse opportunità di acquisto, a patto di scegliere i titoli giusti. Un aiuto in tal senso giunge dalle indicazioni delle banche d'affari che segnalano diverse storie interessanti.

Enel è da comprare secondo i broker

Una di queste è Enel che per Equita SIM è da comprare, con un prezzo obiettivo a 6 euro: una strategia confermata dopo che la società ha annunciato nei giorni scorsi di aver incrementato la sua partecipazione nella controllata cilena Enel Americas, salendo al 56,42% del capitale, rispetto al 51,8% precedente.