Chiusura in forte rialzo, e sui nuovi massimi storici, per la piazza azionaria di Wall Street a partire dal Dow Jones che per la prima volta ha superato di slancio la soglia psicologica dei 26 mila punti.

L'indice statunitense dei titoli ad elevata capitalizzazione, infatti, ha guadagnato l'1,25% attestandosi al suono della campanella a 26.115,65 punti. Molto bene pure il Nasdaq Composite, +1,03% a 7.298,28 punti, e l'S&P 500, +0,94% a 2.802,56 punti.  

L'ascesa del mercato azionario a stelle e strisce, tra l'altro, non è stata per nulla influenzata in negativo dal nuovo forte calo dei prezzi delle criptovalute, a partire dal Bitcoin (BTC), sulle principali piattaforme di scambio.

Dow Jones, Wal-Mart Stores in denaro grazie a Citigroup

Tra le large caps del Dow Jones, le azioni del colosso della grande distribuzione organizzata Wal-Mart Stores, Inc. (WMT) hanno strappato a fine seduta un rialzo del 2% a $ 102,70 dopo che gli analisti di Citigroup hanno inserito il titolo nella loro 'US Focus List'.

Azioni Goldman Sachs, prese di beneficio dopo la trimestrale

Sempre tra le Blue Chips, nel settore bancario, le azioni della The Goldman Sachs Group, Inc. (GS) oggi, mercoledì 17 gennaio del 2018, hanno perso il l'1,97% a $ 253,38 dopo la pubblicazione dei dati di bilancio relativi al quarto trimestre fiscale del 2017. Nonostante le prese di beneficio sul titolo, Goldman Sachs ha comunque chiuso il Q4 2017 con un utile per azione che, a $ 5,68, si è attestato ben oltre le previsioni di consenso posizionate a $ 4,90 per azione.