Per gli analisti di Equita valgono un buy A2a con target price di 1,84 euro in scia a risultati trimestrali migliori delle stime e alla conferma della guidance, Ansaldo Sts con prezzo obiettivo di 12,90 euro nonostante, a sorpresa a causa del voto di Hitachi, la società non distribuirà il dividendo, Atlantia con fair value di 29,30 euro in vista della trimestrale, Avio con target di 16,60 euro (nel primo quarter i ricavi e la cassa netta sono risultati migliori delle attese e l’Ebit in linea, continua poi la ricerca di acquisizioni), Buzzi Unicem con obiettivo di 25 euro (trimestrale in linea con il consensus), Cattolica Assicurazioni con fair value di 10,90 euro in scia a risultati trimestrali sostanzialmente in linea con le stime, Cementir con target price di 9 euro dopo i risultati del primo trimestre, De’ Longhi con prezzo obiettivo di 28 euro (trimestrale in linea con le attese), Eni con fair value di 17,50 euro (avviata la terza unità di produzione del mega giacimento Zohr in Egitto), Falck Renewable con target di 2,30 euro (risultati sopra le attese e guidance rialzate nonostante gli impatti negativi Ifrs), Interpump con obiettivo di 33 euro, alzato dai precedenti 32 euro in scia a risultati migliori delle stime e all’outlook positivo sul secondo trimestre, Iren con fair value di 3,10 euro dopo la trimestrale e la conferma della guidance, Mediobanca con target price di 10,50 euro (trimestrale migliore del consensus), Poste Italiane con prezzo obiettivo di 8,30 euro (più visibilità su turnaround divisione Mail&Parcels), Unicredit con fair value di 23,70 euro (azzeramento portafoglio non-core anticipato dal 2025 al 2019) e Unipol con target di 5,20 euro dopo la trimestrale.