Per gli analisti di Equita Sim vale un buy Atlantia con target price di 28,50 euro dopo che Ryanair si è detta pronta a una offerta vincolante su Alitalia che dovrebbe riguardare solo la parte aviation per circa 90 aerei (121 aerei la flotta di Alitalia), per evitare rischi antitrust, essendo Ryanair il primo vettore in Italia. Giudizio buy inoltre per Telecom Italia con prezzo obiettivo di 1,26 euro (la decisione dell’Agcom, che si riunirà mercoledì prossimo, sarò centrale per capire le possibili alleanze Tim-Vivendi-Mediaset).

Proseguendo, Banca Akros assegna un buy a Cairo Communication con fair value di 5,25 euro in vista della pubblicazione dei risultati semestrali prevista oggi. Giudizio accumulate invece per Azimut Holding con target di 21,50 euro in scia ai dati sulla raccolta di agosto e per IndelB con obiettivo di 30,10 euro dopo l’aumento di capitale previsto per l’acquisizione di Autoclima.

Banca Imi valuta buy Cairo Communication con fair value di 4,60 euro, Caleffi con target di 1,70 euro dopo la pubblicazione dei risultati semestrali e Telecom Italia con obiettivo di 1,08 euro. Giudizio add inoltre per Eurotech con fair value di 1,60 euro dopo la semestrale e per Generali con target di 17,70 euro in vista della possibile vendita delle proprie attività in Olanda.

Ancora, per Mediobanca valgono un outperform Danieli con target price di 26,20 euro in scia alla sigla di un accordo preliminare per la costruzione di impianto per la lavorazione dell’acciaio in Egitto, Iren con prezzo obiettivo di 2,34 euro dopo l’annuncio che il Comune di Torino intende vedere la propria quota nell’utility per coprire il proprio budget, Leonardo con fair value di 16,50 euro dopo l’ammissione al regime di tassazione previsto per le cooperative in Italia, Salini Impregilo con target di 3,50 euro dopo che il management ha confermato il positivo trend del business e Telecom Italia con obiettivo di 1,34 euro.