Per gli analisti di Banca Akros valgono un buy Carraro con target price di 5,80 euro (Buy con target a 6,2 euro per Banca Imi) in vista dell’emissione di un bond da 180 mln di euro, Leonardo con prezzo obiettivo di 14,25 euro (possibile accordo per l’pacquisto di ulteriori otto velivoli da parte dell’esercito polacco) e Poste Italiane con fair value di 7,10 euro in vista del piano industriale in programma il prossimo 27 febbraio in cui il management spiegherà, tra l’altro, ulteriori dettagli dell’accordo con Anima. Giudizio accumulate inoltre per Anima con target di 7,50 euro, Openjobmetis con obiettivo di 14,20 euro (nessuna preoccupazione da parte del management per i tagli fiscali per i lavori a tempo indeterminato), Snam con fair value di 4,30 euro (nuova deadline al 16 febbraio per l’offerta sulla greca Desfa) e Telecom Italia con target price di 1,12 euro dopo l’incontro di ieri con i sindacati.

Proseguendo, Mediobanca assegna un outperform ad Amplifon con prezzo obiettivo di 14,50 euro in scia alla crescita del mercato degli apparecchi acustici negli Usa (+3,4% nel 2017), Danieli con target price di 26,20 euro (ottenuto l’appalto per la costruzione di un nuovo impianto in Russia), Fila con fair value di 22,50 euro in vista del riconoscimento ufficiale del National Handwriting Day negli Usa, H-Farm con target di 1,05 euro (nuovo progetto per una piattaforma digitale per Irinox), Mediaset con obiettivo di 3,76 euro (la querelle con Vivendi non vede per ora soluzione definitiva), Poste Italiane con fair value di 8 euro (7,5 euro per Banca Imi), Snam con obiettivo di 4,45 euro e Telecom Italia con target di 1,30 euro (Buy fino a 1,11 euro per Banca Imi).