Equita assegna un buy a: DoValue con prezzo obiettivo di 13 euro (Eurocastle, azionista con una quota del 18% ha lanciato un piano finalizzato ad accelerare il ritorno di valore agli azionisti attraverso la cessione degli investimenti in NPL in portafoglio e il riacquisto delle azioni) e Italian Exhibition Group con target price di 5,65 euro dopo che Arezzo Fiere e Congressi ha accettato l’offerta presentata lo scorso 28 ottobre per anticipare il periodo di esercizio dell’opzione di acquisto delle manifestazioni fieristiche OroArezzo e Gold Italy.

Mediobanca valuta outperform: Anima Holding con fair value di 4,60 euro in scia alla riattivazione del programma di buy-back, Atlantia con obiettivo di 25,40 euro dopo il governo francese ha considerato “coerente” il progetto di ampliamento dell’aeroporto di Nizza, CNH Industrial con target di 12,80 euro (gli agricoltori statunitensi potrebbero ricevere un’altra serie di incentivi economico prima del giorno del Ringraziamento), Danieli con obiettivo di 21,30 euro (in un’intervista Camilla Benedetti, vice presidente dfel gruppo, Danieli prevede un miglioramento nel settore della produzione di impianti, mentre la produzione di acciaio sta affrontando un consolidamento), Garofalo Health Care con fair value di 5,30 euro dopo la trimestrale, Iren con target price di 2,85 euro (i sindaci di Torino, Genova e Reggio Emilia supportano la crescita per linee esterne), Leonardo con prezzo obiettivo di 14 euro (primo ordine di elicotteri AW169 da parte della Abu Dhabi Aviation), Prysmian con fair value di 22,50 euro in scia all’ottenimento di due lotti del progetto Attica-Creta, Telecom Italia con obiettivo di 0,76 euro (il gruppo ha invitato i fondi infrastrutturali a presentare delle offerte non vincolanti contenenti una valutazione complessiva di Open Fiber e della porzione fiber-to-home della sua rete in fibra) e Tinexta con target di 14,50 euro dopo la trimestrale.