Tra i vincitori degli Awards for investor excellence 2019, proclamati la scorsa settimana alla Morningstar investment conference (MIC) di Chicago, c’è anche Dan Fuss, storico gestore del fondo Natixis International Funds - Loomis Sayles Multisector income, che ha un Analyst rating pari a Silver (report di Mara Dobrescu dell’8 marzo 2019).

Fuss, che da 28 anni è responsabile della versione americana della strategia, ha vinto nella categoria Outstanding portfolio manager. “Nella sua carriera, ha dimostrato un approccio orientato al valore, spesso contrarian e aggressivo, che ha contribuito al raggiungimento di risultati di lungo termine impressionanti”, spiega Laura Lutton del Manager research team di Morningstar in Nord America. La sua strategia è svincolata da benchmark e basata sulla ricerca e l’analisi attenta delle opportunità sui mercati finanziari. Quando è convinto della sua scelta, Fuss non esita ad andare controcorrente e mantenere i nervi saldi nelle fasi turbolente.

La versione europea del fondo rientra nella categoria Obbligazionari flessibili in dollari, anche se si distingue dai concorrenti perché in determinati periodi possono esserci titoli non denominati nella valuta statunitense, azioni ed emissioni di bassa qualità. Gli investitori devono quindi essere consapevoli dei maggiori rischi di questo approccio, dicono gli analisti di Morningstar. Ma per chi ha nervi saldi rimane un’interessante opportunità per esporsi al reddito fisso in dollari.

Il Morningstar Awards for investor excellence viene assegnato agli asset manager che dimostrano di adottare le migliori pratiche nell’industria, incluse eccezionali competenze di investimento, capacità di distinguersi dalla massa a beneficio dei sottoscrittori e allineamento con gli interessi di questi ultimi.